Il Rene

Il Rene (Yin) è più presente dalle 17 alle 19 – fascia nella quale ci riconnettiamo alla nostra energia primordiale e nella quale dovremmo idealmente terminare la nostra giornata lavorativa per riposarci. Questo meridiano è chiamato anche “ministro forte dal quale derivano abilità tecnica ed esperienza”.

I reni aiutano a regolare la pressione sanguigna e fanno sì che il PH del sangue non sia troppo acido o alcalino.

Nei reni troviamo anche ciò che i cinesi chiamavano Jing e cioè l’energia vitale che ci viene concessa alla nascita. Il Jing si divide in due tipologie: l’energia che deriva dai nostri antenati e che ci viene donata durante il periodo di gestazione e quella che acquisiamo in vita e che dobbiamo mantenere in essere tramite un buon tenore di vita (ad esempio tramite il Qi Gong, lo Shiatsu, la buona alimentazione ed un’attitudine mentale positiva). Qualora il Jing dovesse esaurirsi del tutto, avviene la morte.

Se abbiamo il meridiano di Rene in squilibrio, si possono presentare stati psichici collegati ad un’eccessiva paura o all’ansia, dolore diffuso alle gambe ed al basso addome e braccia e gambe possono diventare particolarmente calde.

I due meridiani possono essere rappresentati dalla figura di una persona pronta in posizione per la partenza, come all’inizio di una gara.




7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti